Encoder lineari induttivi LinTran™

Gli encoder lineari induttivi senza contatto consentono il rilevamento accurato e affidabile della posizione lineare in condizioni ambientali difficili.

lintran Linear position sensor

Encoder di posizione lineare robusti per ambienti difficili

Gli encoder induttivi lineari Zettlex LinTran sono dispositivi di misurazione lineare assolutamente senza contatto che adottano un’esclusiva tecnologia induttiva. Ciascun encoder lineare è costituito da due componenti principali – un target e uno statore. Lo statore è più lungo rispetto al target ed è alimentato da un alimentatore elettrico che può essere mobile o stazionario. Una uscita elettrica sullo statore mostra la posizione del target rispetto allo statore. Il target è privo di collegamenti elettrici e può essere mobile o stazionario.

LinTran Inductive Linear Encoder
LinTran-Inductive-Linear-Encoders

Tecnologia di encoder lineari induttivi ad alta affidabilità

Gli encoder Zettlex LinTran sono sigillati e grazie alla protezione IP67 sono perfettamente adatti anche agli ambienti più difficili nei quali i contatti elettrici o i trasduttori ottici potrebbero rivelarsi inaffidabili. La gamma di encoder lineari LINTRAN offre una soluzione alternativa conveniente rispetto ai trasformatori differenziali (LVDT), ai dispositivi magnetostrittivi o ai potenziometri di precisione. Gli encoder induttivi di posizione lineare LINTRAN hanno ampie tolleranze di montaggio e sono programmabili sul campo senza PC.

Caratteristiche tecniche dei prodotti / Opzioni

Opzioni di corsa completa
200, 300, 400, 500, 600, 700, 800mm

Opzioni di segnale di uscita
4…20mA or 0-10VDC

Alimentatore
24VDC ±20%, >50mA max

Risoluzione
0.025% su scala completa (12 bit)

Ripetibilità
0.050% su scala completa (±1 LSB)

Linearità
±0.250% su scala completa (linearità più accurate disponibili come opzione)

Domande frequenti

Hai una domanda da fare sulla gamma di prodotti LinTran? Le seguenti sono risposte a una serie di domande frequenti.

Se la tua domanda non compare, puoi metterti in contatto con uno dei nostri esper

Chiedi ad un esperto

I dispositivi IncOder funzionano in modo simile ai resolver brushless o ai sensori rotativi a trasformatore RVDT. Lo statore dell’IncOder riceve una sorgente di corrente continua e produce un campo elettromagnetico in corrente alternata a bassa potenza tra statore e rotore. Quando il rotore gira, il campo viene modificato.  Il campo viene rilevato dallo statore e l’angolo di rotazione viene riportato come segnale analogico o digitale.  A differenza dei resolver, tuttavia, gli IncOders utilizzano circuiti laminari piuttosto che bobine di filo. La tecnologia brevettata consente di produrre dispositivi IncOder di forma compatta, con una massa contenuta, a bassa inerzia ed elevata precisione senza bisogno di alcuna installazione particolarmente accurata.

Sì, le misurazioni saranno le stesse prima e dopo l’interruzione dell’erogazione di corrente. Non è necessario alcun movimento all’avvio.

Sì, quando il circuito di auto-diagnosi integrato (BIT – Built-In-Test) rileva un errore interno emette un segnale di errore. L’auto-diagnosi BIT prevede controlli per continuità/danni, presenza rotore, rotore in-range, anomalia elettromagnetica generale, controllo Window Watchdog Timer (WWDT), Power-on Reset (PoR), Power Brownout Reset (BOR), timeout per ingresso clock, lettura/scrittura e controllo valore dei dati nella memoria flash interna.

Le prestazioni delle misurazioni non sono influenzate da fattori come umidità, condensa, sporco, polvere, olio, fango o sabbia. Tutti i dispositivi IncOder resisteranno all’immersione temporanea a profondità di 1 metro in acqua salata o acqua dolce. Nei casi in cui l’ambiente operativo dovesse prevedere la frequente esposizione o immersione in un liquido, sarà necessario utilizzare unità con connessioni dotate di localizzatore di guasto automatico (AFL) o visivo (VFL).

No, i magneti producono campi in corrente continua. Il funzionamento degli IncOder è basato sul rilevamento di campi elettromagnetici in c.a. a una frequenza molto specifica.

Questo documento può essere utilizzato come punto di partenza per specificare le eventuali differenze. Si consiglia di utilizzare preferibilmente dimensioni standard (cioè 37, 58, 75, 100, 125 mm ecc.) per il diametro esterno “A” e un diametro interno proporzionato. Questo ci permette di utilizzare i normali componenti del sensore senza dover optare per un formato meccanico alternativo.

Sì, i dispositivi IncOder sono impiegati regolarmente negli aeromobili militari sia presidiati che senza equipaggio.

I valori di risoluzione, ripetibilità e precisione (linearità) saranno quelli specificati, purché anche la concentricità del rotore sia compresa entro i limiti specificati. Ci si potrebbe aspettare un degrado significativo della precisione a seconda della concentricità, ma i dispositivi IncOder utilizzano l’intera superficie piana del rotore e dello statore, per cui gli errori vengono annullati da fattori diametralmente contrapposti. Questo rappresenta una differenza sostanziale rispetto ad altre tecnologie di encoder – in particolare i dispositivi ottici o capacitivi – nei quali le prestazioni dipendono in modo significativo da un controllo molto preciso della concentricità.

Sì – molti dispositivi IncOder vengono utilizzati in prossimità di potenti fonti di rumore elettromagnetico come motori o trasformatori. La carcassa in alluminio degli IncOder produce un effetto a gabbia Faraday che protegge l’elettronica interna e la tecnologia è progettata in modo tale che la radiazione di campo lontano in entrata sia filtrata o self-cancelling.

Sì – basta specificare come numero di pezzo una opzione di prodotto con collegamento radiale, come RFC1, RFC2, ecc.

Più lunga sarà la distanza di trasmissione (lunghezza del cavo) e più lenta sarà la velocità di trasmissione raccomandata. Questa tabella mostra le velocità di trasmissione consigliate in base alla lunghezza del cavo.

Lunghezza del cavo (m)<30<60<120<250
Velocità di trasmissione<400 kHz<300 kHz<200 kHz<100 kHz

I limiti di temperatura di servizio sono definiti in base ai componenti elettronici del dispositivo IncOder e non in base a tecniche o metodi generali. Il normale intervallo di temperature di funzionamento dei dispositivi IncOder è da -40 a 85°C ma è prevista anche una opzione per temperature più rigide (Opzione di prodotto 12VCT & 24VCT) che può operare fino a -60°C. I dispositivi IncOder possono essere utilizzati al di fuori di questi limiti dopo aver superato un processo di qualificazione da parte dell’utente. Il tempo di esposizione a temperature superiori al limite di 85°C dovrebbe essere ridotto al minimo. Per le temperature pari o al di sotto del limite inferiore, si consiglia di lasciare l’unità alimentata o impostare un periodo di alimentazione esteso (>1 minuto) prima del funzionamento.

Sì – occorre utilizzare cavi di connessione di tipo AFL o VFL o inserire una tenuta meccanica sul connettore. Alcune connessioni AFL o VFL sono omologate per l’immersione a <100m, tuttavia, alcune applicazioni utilizzano con successo dispositivi per l’immersione prolungata in acqua od olio minerale a profondità superiori a 100m, senza bisogno di modifiche. Qualora i requisiti dell’applicazione dovessero richiedere un’immersione prolungata e superiore ai 100m di profondità, sarebbe necessaria la qualificazione da parte dell’utente. Siamo a disposizione per ulteriori informazioni.

    Seleziona e acquista

    Intervallo di misurazione da 200mm a 800mm.
    Uscita analogica o resistiva.

    Seleziona e acquista
    LinTran-Inductive-Linear-Encoders